Mobili estivi

L’estate ha ufficialmente dato il via alle danze.
Da nord a sud, le temperature hanno subito un aumento esponenziale nel livello dei gradi, e chi abita in appartamenti con grosse terrazze abitabili o giardini ugualmente vivibili, è arrivato il glorioso momento di sfoderare da ripostigli, cantine e stanza anguste i mobili da giardino, come anche sdraie, poltroncine e via dicendo.

Tuttavia, dopo la lunga sosta autunnale ed invernale, e spesse volte anche primaverile, occorre attivarsi in una pulizia completa ed accurata, controllando che non vi siano parti visibilmente danneggiate o peggio ancora residui di muffa e ruggine.
Tutti i tipi di mobili da giardino, nessuno escluso, necessitano di questo genere di accortezza.
Che siano essi in plastica, in tessuto, in acciaio od in ferro, una pulizia adeguata e regolare si rivela sempre e comunque la medicina e la prevenzione migliore.
Il vantaggio, non sta in un beneficio prettamente estetico, anzi; il rischio è infatti quello che sostanze nocive possano danneggiare i tessuti compromettendo sì l’estetica, ma anche la funzionalità del mobile specifico.

A richiedere spesso cure supplementari, sono i mobili in legno, che si distinguono per eleganza ma anche per (relativa -ndr) difficoltà nella gestione.
Per concludere, attenti alla collocazione: anche questa influisce sulla salute dei mobili.
Se sono stati creati per esterno, è infatti opportuno avere già in mente uno schema di collocazione ben saldo, così da evitare spiacevoli sorprese.

Add a Comment