Consigli per arredare il giardino

Chi ha la fortuna di avere uno spazio esterno alla propria abitazione sa quanto sia importante valorizzarlo al meglio perché è un’estensione naturale della casa stessa al pari di una stanza in più. Che si tratti di un balcone, di una terrazza o di un giardino, scegliere i giusti elementi per renderlo confortevole ed accogliente a seconda delle stagioni è un’impresa non semplice che va affrontata seguendo criteri di praticità, ma anche di stile.

L’evoluzione del design per esterni

Sempre più ricercato, l’arredamento outdoor di oggi è in grado di trasformare uno spazio esterno anche anonimo in un’area di grande personalità e dotata di tutti i comfort. Grazie all’evoluzione di nuovi materiali tecnologici e rivestimenti waterproof, con divani imbottiti e tavolini di design è pensabile progettare il giardino per la primavera come se fosse uno spazio interno alla casa senza aver paura che la pioggia o l’umidità possano rovinarli. Se infatti una volta bisognava scendere a compromessi sulla scelta degli arredi in nome della praticità, magari rinunciando alla componente estetica oppure con la preoccupazione di dover riporre continuamente sedie, tavoli e poltroncine al primo acquazzone estivo, ora non è più necessario. I materiali moderni sono resistenti alle intemperie, sono drenanti, ignifughi e idrorepellenti, hanno bisogno di pochissima manutenzione e cura. Anche per quanto riguarda la scelta delle forme, il linguaggio dell’arredamento outdoor si è decisamente evoluto rispetto al passato e quindi è ora possibile arredare il proprio giardino con sedute basse ergonomiche e confortevoli degne di un soggiorno di moda, lampioncini da giardino di light design, tavolini minimal con sedie impilabili facilmente in pochissimo spazio, ma dalla seduta comoda e ampia.

Consigli su come arredare il proprio giardino

L’inizio di ogni anno è sempre il momento in cui si fanno buoni propositi e ci si pongono molti obiettivi: progettare il giardino per la primavera è sicuramente un modo per iniziare al meglio. Per questo motivo bisogna cominciare a pensare per tempo quali soluzioni adottare prima dell’arrivo della bella stagione. Prima di tutto l’arredo di un ambiente esterno, come per gli interni, deve rispecchiare la personalità ed il gusto della casa, esprimendo uno stile il più possibile omogeneo e armonico tra le due aree. Affidarsi a siti specializzati e negozi di arredamento specifici per outdoor è sicuramente una garanzia per la scelta di strutture fisse, arredi e complementi di qualità garantiti per durare nel tempo all’usura e alle intemperie. Analogamente alla scelta dell’arredamento per un interno, è preferibile puntare su pochi elementi piuttosto che riempire lo spazio eccessivamente e disordinatamente: il giardino va vissuto e goduto in modo da potersi muovere liberamente, far giocare i bambini in sicurezza e lasciando spazio tra un elemento e l’altro senza appesantire. Un sistema di sedute morbide e accoglienti per creare una zona living dai colori chiari e freschi, un’area pranzo con tavolo estensibile in teak o midollino sintetico e sedie pieghevoli, lampioncini da giardino per illuminare punti chiave nel verde o segnare facilmente i percorsi pedonali: questi sono solo alcuni consigli per cominciare con il piede giusto.

Gli elementi di arredo in un giardino

L’ampia gamma di articoli negli arredi outdoor è caratterizzata da una grande ricchezza di elementi che spaziano dallo stile classico a quello contemporaneo, eterogenei nelle linee del design e personalizzabili in base all’abbinamento dei colori e delle fantasie dei tessuti. Complementi e accessori si mescolano elegantemente tra loro per creare atmosfere uniche e personali, da godere in rilassante solitudine o in allegra compagnia dei propri amici. Materiali solidi e pregiati con lavorazioni attente ai dettagli danno vita ad un vasto assortimento di amache, chaise longue, coperte, cuscini, divani, lampade, lampioncini da giardino, lettini, ombrelloni, poltroncine, poltrone, pouf, sedie, tavoli e tavolinetti. Dallo stile country allo shabby, dall’high tech al provenzale, dal minimalista al marinaresco, ognuno può trovare il proprio modo per progettare il giardino per la primavera con la certezza dell’impiego di materiali eccellenti, come l’alluminio super leggero, la fibra sintetica intrecciata a mano, le imbottiture drenanti, gli intrecci resistenti, il teak solido.

L’illuminazione del giardino

Ogni ambiente esterno, sia che si tratti di un terrazzo sia che ci si trovi in un giardino, ha bisogno della giusta illuminazione in grado di rendere agevole di notte la visibilità di percorsi ed accessi, nonché di poter creare l’atmosfera giusta a seconda delle esigenze. Se infatti i lampioncini da giardino, alti o bassi, sono perfetti per illuminare in modo efficace viali, sentieri, parcheggi o confini perimetrali, un’illuminazione puntuale sul tavolo da pranzo o suffusa nell’area conversazione dovrebbe essere invece realizzata piuttosto con lampade meno invasive in modo da caratterizzare meglio lo spazio nei momenti di maggior relax. Progettare il giardino per la primavera significa pertanto anche scegliere punti luce soft o strong in base alla loro collocazione, magari affidandosi anche ad un light designer per equilibrare l’alternanza tra luminosità e suggestive zone d’ombra perché, come si sa bene, l’effetto architettonico di uno spazio è fortemente condizionato dall’illuminazione notturna. Anche in giardino.

Add a Comment